La televisione in cucina

Il televisore in cucina

Come scegliere l’apparecchio giusto e come collocarlo in maniera consona.

Un tempo, quando i nostri genitori erano piccoli, la televisione era quasi un lusso, non tutti potevano permettersela e magari ci si riuniva a casa dei vicini per vederla; non solo, ma, ai suoi esordi, non vi erano tutti le trasmissioni che ci sono oggi e questa trasmetteva programmi solo in determinate fasce orarie del giorno. Una cosa è certa, comunque, guardarla durante il pranzo o la cena era cosa assolutamente inconcepibile, tanto più che normalmente in casa, se c’era, vi era un unico apparecchio e questo ovviamente era posizionato in salotto, per cui il problema in tutti i casi non si sarebbe posto.

Una volta poi, in tutte le famiglie, vi era la buona e sana abitudine di sedersi a tavola tutti assieme per consumare i pasti e l’unico sottofondo in questi momenti era quello delle chiacchiere, per cui si trattava di un importantissimo momento di confronto e di aggregazione, dove ciascuno poteva raccontare i fatti accadutigli nel corso della giornata mettendone al corrente gli altri membri della famiglia. Ed in effetti così dovrebbe essere: la buona tavola è un piacere che va gustato in compagnia, per cui anche quotidianamente i pasti dovrebbero rappresentare un importante occasione di confronto tra marito e moglie, nonché tra genitori e figli.

Senza contare che studi recenti confermano il fatto che mangiare guardando la televisione è assolutamente nocivo e controindicato, specie se si tratta di un’abitudine consolidata che si assume fin da piccoli, perché non ci concentra su ciò che si sta facendo e ci si distrae, rischiando di mangiare male e troppo, perdendo il vero gusto per il cibo buono e genuino.

Oggi, in effetti, nella stragrande maggioranza dei casi, quando siamo in casa, siamo talmente abituati ad avere la tv sempre accesa, tanto che ci sembra una cosa così scontata, che neppure ci rendiamo più conto di quando e perché l’abbiamo accesa e che riteniamo sarebbe praticamente possibile farne a meno.

Ma la sua presenza è davvero così indispensabile? O, soprattutto in alcuni frangenti come il pranzo e la cena, si potrebbe anche provare a viver senza? Questa risposta ovviamente esula dal nostro compito, che è invece quello di far capire, qualora si desideri acquistare una televisione per la cucina, quale sia la posizione ideale e gli accorgimenti da avere in proposito, rispetto al tipo ed alle dimensioni dell’apparecchio che maggiormente fanno al caso nostro.

Prima di concentrarci su questi aspetti è giusto però chiedersi perché si decide di tenere una tv anche in cucina. Beh, se provate a  domandare in giro ognuno vi darà una sua risposta: c’è chi vi dirà che serve a far mangiare i bambini senza che questi facciano i capricci, chi sosterrà che serve a far compagnia alla mamma quando è in casa da sola a preparare deliziosi manicaretti per tutti, ma anche chi affermerà che la cena è l’unico momento in cui riesce a vedere un telegiornale in pace, per sapere cosa succede nel mondo, o che, purtroppo, la nostra soap preferita è proprio all’ora di pranzo e non possiamo davvero rinunciare a seguirla!

La TV in cucina

Indipendentemente da quali siano le reali motivazioni che vi spingono a decidere di posizionare un apparecchio televisivo anche in cucina ed esulando dal fatto che sia cosa giusta o che piuttosto sarebbe meglio evitare, tentate un esperimento e provate per qualche giorno a farne a meno, forse scoprirete che è possibile vivere senza (o forse no…, ma almeno potrete dire di aver fatto un tentativo se pur minimo di disintossicazione!).

Se  invece  rimarrete assolutamente convinti del fatto che un tv in cucina sia indispensabile, almeno fate in modo di scegliere l’apparecchio giusto e di collocarlo in maniera consona, in modo che riusciate a vederlo al meglio.

Ovviamente, in cucina così come in ogni altro ambiente della casa, bisognerà posizionare il televisore in modo tale che non si vengano a creare riflessi fastidiosi sullo schermo e dunque mai di fronte alle finestre, specie se queste sono molto illuminate dal sole e magari direttamente esposte a Sud, così come bisognerà valutare l’interferenza anche con l’illuminazione artificiale presente! Nel caso in cui poi si decida di optare per un montaggio dello schermo a parete bisognerà assicurarsi di trovare la posizione ottimale, perché a differenza di quanto avviene quando si sceglie invece una soluzione d’appoggio, dove l’elemento in questione può sempre essere spostato o orientato in maniera differente in questi casi l’angolo di visione è piuttosto limitato e per assicurarsi una visuale perfetta bisognerà trovarsi il più possibile frontali rispetto alle tele.

Anche questa non è cosa semplice, nel senso che o tutti i componenti delle famiglia stanno seduti dallo stesso lato del tavolo, altrimenti qualcuno gli darà le spalle; per questo la televisione, in molti casi, per poter essere vista da tutti dovrebbe essere posizionata proprio sul piano cucina. Non sempre però si dispone di abbastanza spazio per farlo, anche perché sarebbe buona norma tenere la tv il più lontano possibile sia dalla zona dei fuochi che da quella del lavello, per evitare spiacevoli e pericolose interferenze sia con l’acqua che con il calore!

Ma nessuna paura, a risolvere questa questione vi viene in soccorso la più moderna tecnologia! Infatti l’abitudine di possedere una televisione quasi in ogni stanza della casa è così consolidata che oggi vengono prodotti svariati elementi d’arredo con tv integrata: ad esempio per le stanze da letto è possibile trovare armadi con schermo lcd incorporato direttamente in un’anta; nei bagni troviamo ampie vasche idromassaggio dotate di televisione e dunque anche in cucina non era possibile esimersi dall’assecondare una tendenza simile.

Da un lato esistono elettrodomestici con schermi tv integrati e dall’altro molti sono i marchi di cucine più prestigiosi e conosciuti che, tra i loro vari “programmi componibili”, propongono anche elementi armadio, coordinati con il resto della cucina ed appositamente creati per ospitare al loro interno gli apparecchi televisivi, ideali specie qualora ci si trovi in un open space o in una cucina dalle dimensioni piuttosto ampie. Gli elettrodomestici che maggiormente si prestano a questo scopo sono da un lato il frigorifero e dall’altro la cappa aspirante: considerate però che a seconda che si scelga di optare per l’uno o per l’altro, non solo la posizione ma anche l’altezza di installazione della nostra televisione, nei due casi, sarà decisamente diversa, per cui tenete sempre ben presente da dove dovreste riuscire a vederla.

Chiaramente si tratta di prodotti assolutamente tecnologici e dai prezzi decisamente superiori alla media, che peraltro, ad esempio, in una cucina arredata in stile classico o country stonerebbero decisamente, rimanendo esclusivo appannaggio di quegli ambienti spiccatamente più moderni e all’avanguardia; inoltre l’acquisto di un elemento del genere è giustificato qualora vi accingiate a progettare una cucina ex novo, di certo non cambierete il frigorifero o la cappa che già avete e che funzionano perfettamente, solo per acquistarli con televisore integrato

In tutti i casi se pensate che si tratti di una tipologia di articolo che fa al caso vostro quantomeno non dovrete fare i conti con l’ingombro di uno schermo da appendere a parete o, peggio, da riuscire ad appoggiare da qualche parte!

TV incorporata nella cappa

Il marchio Falmec (www.falmec.com) ad esempio propone la moderna ed essenziale cappa “Vision” che, con una larghezza di 60 cm, una struttura in acciaio inox spazzolato ed una finitura in vetro stopsol temprato, incorpora uno schermo tv LCD da 19 pollici, ma la cappa multimediale “Imago Plus” ideata da Faber (www.faberspa.com) fa ancora di più. Non solo infatti quest’ultima, esattamente come la precedente, è dotata di schermo LCD sempre da 19 pollici, ma possiede anche una porta usb, un ricettario on bord, la connessione internet e la web cam, fornendo così la possibilità di effettuare videochiamate e consentendo l’home monitorig: in poche parole si tratta di un vero e proprio gioiello hi tech, dal design glamour ed accattivante, perfetto da inserire all’interno di una moderna cucina, ma anche in un piccolo monolocale.

 

Cappa multimediale

Siemens (http://www.siemens-home.com/it) invece da un lato propone la cappa ”MultiMedia”, con schermo tv da 17 pollici, nonché lettore Cd e Dvd integrati e dall’altro, in alternativa, offre il frigorifero “CoolMedia” con schermo LCD leggermente più piccolo, da 15 pollici, che peraltro presenta la possibilità di poter essere angolato diversamente rispetto all’anta, in modo tale da risultare sempre ben visibile da qualunque punto della cucina si desideri guardarlo!

 

SIEMENS: cappa

Side by side di LG

 

Altro frigo a doppia porta, una con schermo tv da 15 pollici integrato, accessoriato anche di radio FM e lettore Dvd e l’altra invece dotata di apposita macchina per il ghiaccio (tanto amata in special modo dagli americani e dai noi in realtà ancora poco diffusa), capace di produrre cubetti di ben tre dimensioni differenti, è il modello “Side by Side” di LG.

 

 

Ora sta a ciascuno, innanzitutto domandarsi se davvero non può fare a meno della televisione anche in cucina e poi eventualmente farsi due conti in tasca ed osservare attentamente la propria cucina, per capire quale potrebbe essere la dimensione di schermo e la tipologia di tv più adatta per i propri spazi e per le proprie esigenze! Chiaramente la televisione di cucina non è fatta per essere guardata per ore, è un qualcosa in più ma di certo non sarà l’unico apparecchio di casa, per cui va benissimo un elemento di piccole dimensioni (19-22 pollici al massimo), anche perché in genere la distanza da cui si osserva non è mai eccessiva e uno schermo più grande darebbe più fastidio che altro!