Zona cottura a parete, la progettazione non è poi così complicata

zona cottura a parete

Uno dei principali vantaggi della zona cottura a parete è indubbiamente quella di riuscire ad adeguarsi non solo a quegli ambienti che hanno uno spazio limitato, ma anche a tutti gli altri, dalle dimensioni maggiori. Tra le altre cose, bisogna sottolineare come, nella maggior parte dei casi, la sostituzione del fornello avviene senza particolari problemi.

Zona cottura a parete, l’alternativa a isole e penisole

Prima del momento in cui penisole e isole raggiungessero un grado di popolarità così elevato, la zona cottura a parete era di gran lunga la soluzione prediletta. Non possiamo certo dire che al giorno d’oggi le cose siano totalmente differenti, anche per via del fatto che rimane pur sempre una delle soluzioni più diffuse.

Adatta sia a spazi grandi che limitati

Il motivo deriva dal fatto che questo tipo di cucine che si sviluppano lungo la parete hanno il grande pregio di adattarsi a tutti gli spazi, sia quelli piccoli che quelli più grandi. Non è l’unico vantaggio che portano appresso, dal momento che rappresentano la soluzione perfetta anche per tutte quelle cucine che vengono posizionate a vista sul soggiorno.

Le posizioni in cui collocare la zona cottura

Non dobbiamo dimenticare come la zona cottura, costituita essenzialmente da cappa e fornello, si può collocare in due posizioni. Ovvero, nei pressi della zona lavaggio, oppure posizionata contro la parete. Nel primo caso, la cucina si caratterizza per essere un solo blocco lineare. Nel secondo caso, invece, spesso e volentieri si tratta di una composizione a L, dato che collocando contro la parete si può cucinare e preparare i piatti con una notevole praticità.

Le differenze rispetto all’isola e penisola

Rispetto alla zona cottura che viene posta sull’isola piuttosto che sulla penisola, è bene sottolineare come la zona cottura a parete sia una tipologia di disposizione meno complicata per quanto riguarda l’impianto. Anche nel caso in cui si dovesse cambiare la disposizione dei vari mobili all’interno della cucina oppure ci fosse la necessità di cambiare il piano cottura.

Aliant di Stosa Cucine, basi in laminato hpl Siena

In commercio ci sono veramente tante disposizioni valide e interessanti dal punto di vista estetico. Tra le altre, Aliant di Stosa Cucine è sicuramente una delle più belle, con delle basi in laminato hpl Siena, in cui le colonne sono state realizzate in vetro grigio, mentre i pensili in vetro pomice lucido. Si parte da un costo di 262 euro per una base pari a 60 cm.