Lavelli cucina, meglio la vasca singola o la doppia vasca?

lavelli cucina

Nel momento in cui si entra in un ambiente come la cucina, uno degli elementi più importanti è sicuramente il lavello. Quando si progetta una cucina, la scelta relativa al lavello non è mai così semplice come possa sembrare. Prima di tutto è necessario decidere con cura il suo formato, senza dimenticare come sia importante capire anche il numero di vasche adatto alle proprie esigenze.

Nel momento in cui si progetta la propria cucina, è chiaro come ci siano degli elementi che necessariamente vanno presi in considerazione, non solo per quanto riguarda il lato pratico, ma anche dal punto di vista estetico. Se fino a qualche tempo fa, la propensione era quella di puntare verso una cucina che fosse estremamente funzionale, al giorno d’oggi anche il design ha un suo rinnovato valore.

Uno dei problemi connessi alla progettazione delle cucine è certamente la scelta del lavello. Non si tratta unicamente del formato, ma anche del numero di vasche presenti. Ad esempio, il lavello a una vasca sola comporta la presenza di un solo elemento. Di conseguenza, è abbastanza facile intuire come si tratta di una soluzione perfetta per tutti coloro che hanno uno spazio ridotto a disposizione.

Sul mercato c’è la possibilità di trovare tanti modelli di lavelli cucina mono-vasca di qualsiasi dimensione. Per prendere una decisione funzionale, però, il consiglio migliore da seguire è quello di optare per un lavello di cucina mono-vasca, che dovrebbe sempre avere integrato un apposito gocciolatoio.

Il modello a doppia vasca, al contrario, comprende la compresenza di due diversi elementi che si possono sfruttare per scopi differenti: certo, lo spazio occupato è maggiore, ma il livello di praticità e funzionalità si alza notevolmente. Non ogni cucina, però, si può progettare per poter installare un lavello a doppia vasca.

Per tutte le famiglie più numerose, però, il fatto di avere un gocciolatoio è molto importante. Nel caso in cui non ci sia sufficiente spazio, si può sempre optare per l’inserimento dei lavelli a una vasca e mezza. In questo caso ci sono due vasche che presentano delle dimensioni differenti: una che ha dimensioni standard e un’altra più ridotta. Quest’ultima si può sfruttare in modo decisamente utile e pratico per provvedere al lavaggio dei cibi. Quello più grande, invece, si può sfruttare per lavare pentole e posate. È chiaro che poi, nella scelta, diventa molto importante anche il design, visto che deve rispecchiare un po’ lo stile presente in tutta la cucina.