Piante in cucina: quali sono le specie più adatte per questo ambiente

Piante in cucina

Spesso e volentieri, in un ambiente come la cucina si può puntare sull’inserimento di alcuni elementi verdi, con l’intento di garantire un tocco di colore e di freschezza. Le piante in cucina sono una delle migliori soluzioni per poter inserire un po’ di colore ad un ambiente che, nella maggior parte dei casi, si caratterizza per avere solamente una colorazione.

Uno dei principali vantaggi, oltre a quello di dare un tocco di colore, di puntare sulle piante in cucina è quella di migliorare notevolmente l’aria interna all’abitazione. Uno dei requisiti principali per poter inserire le piante in cucina è quello di puntare su degli elementi verdi che siano di ridotte dimensioni e che si possano spostare in modo estremamente semplice.

Piante in cucina, perché possono essere importanti

Le piante, in un ambiente come la cucina, si devono poter muovere facilmente e rapidamente da un ripiano all’altro. Una necessità che emerge ancora di più nel caso in cui si debbano avere spazio a disposizione per poter collocare dei vassoi o qualora si debba preparare un pasto in cui verranno invitate diverse persone.

Una delle altre caratteristiche che devono avere le piante da collocare in questo ambiente, troviamo senz’altro una notevole resistenza nei confronti degli sbalzi termici, così come rispetto a livelli di umidità eccessivamente alti. Infatti, quando si aziona il forno, oppure quando si sceglie la cottura a vapore, è chiaro come la cucina si riempia di umidità. E le condizioni sono simili, in fondo, a quelle di una serra di ridotte dimensioni.

Nella maggior parte dei casi, la scelta ricade sui potus come piante da inserire in cucina. Una delle specie maggiormente diffuse è senz’altro l’orchidea, mentre ce ne sono altre che sono notevolmente particolari, come ad esempio i lucky bamboo.

Perché i Potus sono la specie più adatta

I Potus sono una delle piante migliori per la cucina, dal momento che riescono ad offrire sempre un elevato livello di resistenza e di caparbietà. I potus hanno il vantaggio di riuscire ad adattarsi praticamente a ogni ambiente. Inoltre, sono davvero molto facili da curare e non richiedono attenzioni quotidiane.

Inoltre, in confronto alle felci, i potus presentano una maggiore resistenza rispetto ai raggi solari e alle temperature invernali. Queste piante sono spesso scelte per questo ambiente, infatti, per via del fatto che superano senza problemi gli sbalzi di temperatura e possono essere collocati tranquillamente in alcuni punti nei pressi delle finestre, senza avere la preoccupazione che le correnti o il vento possano danneggiarle.